Navigazione veloce
Liceo "G. Galilei" e sez. classica "S. Grattoni" > Chiarimenti sul versamento di contributi volontari

Chiarimenti sul versamento di contributi volontari

Il Liceo Galilei chiede un contributo di Istituto di € 120 ( delibera del CdI n. 03/2010 del 04/03/2010), comprensivodel rimborso spese sostenute dalla scuola per conto della famiglia per assicurazione obbligatoria, libretto personale, stampati, spese postali e per l’ampliamento dell’offerta formativa, la manutenzione e il rinnovo dei laboratori. Il contributo è detraibile dall’imposta sui redditi ai sensi della L. 40/2007.

Grazie al contributo delle famiglie sono stati finora offerti gratuitamente o a costo contenuto molteplici servizi non coperti dagli esigui finanziamenti statali ( progressiva informatizzazione delle aule con conseguente adeguamento della connettività, registro elettronico visionabile dalle famiglie, dotazione di LIM; preparazione agli esami di certificazione linguistica ed informatica; laboratori di teatro e di musica corale, sportello di orientamento, motivazione e ascolto; organizzazione di scambi, visite di istruzione, visite guidate, stages al nudo costo di agenzia, assorbendo i rimborsi dovuti ai docenti accompagnatori; attività sportive con relativo costo degli attrezzi, del trasporto in occasione dei tornei, dell’ambulanza al seguito; stampa studentesca, affitti per assemblee studentesche, rappresentazioni teatrali e musicali; fotocopie per approfondimenti disciplinari e per attività trasversali; contributi di solidarietà per garantire pari opportunità a tutti gli studenti…)

L’accesso ai servizi offerti dalla scuola come ampliamento dell’offerta formativa sarà assicurato anche per il prossimo anno agli studenti che avranno effettuato il versamento di € 120 (rimborso spese + contributo volontario ) e a quelli le cui famiglie produrranno copia della dichiarazione ISEE dalla quale risulti un reddito familiare pari a quello stabilito dalla Regione Lombardia per la concessione del buono scuola; in tutti gli altri casi sarà richiesto per ogni attività di ampliamento dell’offerta formativa divisibile la relativa quota-parte di costo. Il rimborso delle spese sostenute anticipatamente dalla scuola per conto delle famiglie ( quantificato in € 20 dal CdI ( delibera n.05/12 del 13/4/2012) è dovuto in ogni caso, come è sempre stato indicato dal MIUR nel suo sito istituzionale e come è ribadito nella comunicazione della dott.ssa Lucrezia Stellaci, dirigente del Dipartimento per l’istruzione del MIUR, nella sua comunicazione del 7 marzo 2013.

Commenti