Navigazione veloce

Orientamento

L’Istituto cura i collegamenti con la scuola media attraverso anche il raccordo fra i docenti operanti nei  diversi gradi , il passaggio da una classe all’altra, in particolare tra biennio e triennio, ed infine l’orientamento verso le facoltà universitarie.

L’orientamento è il criterio che presiede alle scelte disciplinari e pluridisciplinari operate dai docenti nell’ambito dei curricoli, alle scelte delle attività complementari e di arricchimento del curricolo degli studenti.

A questo scopo l’istituto si avvale di:

  • azioni informative/formative a favore degli studenti in ingresso
  • accoglienza classi iniziali
  • promozione della partecipazione ai progetti di orientamento delle Università
  • partecipazione ad iniziative culturali e sociali dell’<extrascuola> a valore orientante

(volontariato qualificato, convegni, conferenze etc…)

  • sportello psicopedagogico

Il progetto accoglienza

La composizione dell’utenza delle scuole medie superiori  risulta oggi assai diversa rispetto al passato sia per situazione familiare, sia per tasso di pendolarismo, sia per preparazione di base; di qui l’esigenza di un <progetto accoglienza>.

L’impatto con un ambiente nuovo, in una scuola con molti compagni “nuovi” anche  pendolari, non significa solo nuovo edificio, nuovi  compagni di classe,  nuovi  docenti, nuovo orario scolastico,  ma anche nuova città, talvolta sconosciuta.

Il Progetto Accoglienza comprende varie iniziative volte a facilitare l’inserimento nel contesto scolastico degli alunni e ad individuare precocemente i casi di disagio e di disorientamento. In particolare i primi giorni di scuola sono dedicati ad illustrare agli alunni modalità, tempi e modi di lavoro richiesti dai piani di studio e a guidare le classi nell’esplorazione dell’istituto e dei luoghi più significativi della città. Sono inoltre utilizzate delle prove di vario tipo per acquisire, in tempi ristretti, la conoscenza delle nuove classi funzionale alla elaborazione del progetto didattico ed educativo dell’anno.

L’ausilio allo studio: potenziamento e recupero

Per il recupero, oltre alle forme curricolari (15 % del monte ore disciplinare quadrimestrale), si utilizzano:

a) il work-shop, lezione pomeridiana, su richiesta degli studenti, fatta salva la disponibilità dei docenti e delle risorse;

b) i corsi pomeridiani su richiesta degli insegnanti ;

c) attività di sostegno affettivo/motivazionale, didattico/metodologico per singoli e/o gruppi di studenti;

Per il potenziamento oltre alle forme curricolari (15 % del monte ore disciplinare quadrimestrale), si utilizzano:

a) iniziative volte a promuovere e a facilitare la partecipazione a corsi/laboratori anche esterni alla scuola, coerenti con il percorso formativo, in grado di configurarsi come crediti formativi;

b) laboratori pomeridiani di approfondimento-orientamento;

c) insegnamenti facoltativi/elettivi pomeridiani, diretti a potenziare competenze comunicative (informatica, lingue)

Commenti