Un’automobile fatta per lo più con le bottiglie di plastica riciclate, insieme con delle bottiglie di succhi di frutta, insieme con fecola di patate, fibre di carote e altri materiali che normalmente ci si aspetta di trovare nei bidoni del riciclaggio o nei secchi del compost.
La vettura è capace di raggiungere una velocità massima di 238 km all’ora e, fino a questo momento, è stata guidata in pista per più di 800 chilometri, per le prove e le dimostrazioni pratiche, dal mese di aprile, data della prima uscita dalla fabbrica del laboratorio di sviluppo.
Gli ingegneri del Warwick Manufacturing Innovative Research Center (WIMRC) alla Warwick University, in Inghilterra, hanno inserito la realizzazione della macchina “riciclata” come parte di un progetto più ampio riguardante lo sviluppo di nuovi materiali per l’utilizzo nel settore automobilistico che siano capaci di soddisfare gli obiettivi di uno sviluppo sostenibile.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*