1. Con il frammento di Anassagora: “l’uomo è intelligente perchè ha le mani” si intende che è proprio grazie alla dimensione manipolativa che l’uomo è riuscito a sopravvivere nel corso del tempo. A differenza dell’animale che riesce a resistere alle avversità naturali con la forza, connessa spesso a un carattere istintivo, l’uomo cerca di risolvere i problemi servendosi dell’intelligenza e agendo di conseguenza: le mani sono lo stumento della ragione. (Mara Mazzocchi)
  2. Anassagora, con il suo frammento, vuole affermare che l’uomo è riuscito a vivere attraverso la dimensione manipolativa ed a modificare l’ambiente, creandone un habitat adatto ai suoi bisogni. Per questa caratteristica egli è diverso dagli animali, i quali sono meno forti della natura e devono sottostare ad essa. Nel corso della storia, l’uomo ha scoperto molte materie prime (la pietra, il legno, il metallo, citandone alcuni) e nuove terre. Queste risorse e questi luoghi hanno stimolato la sua mente nel produrre nuovi oggetti e sfruttare gli spazi, per creare attività utili e redditizie. Con la scoperta dell’America, per esempio, gli europei sono venuti a conoscenza di nuovi tipi di frutta e verdura da coltivare e di enormi giacimenti minerari. Questo è un frammento tratto dal diario di bordo di Cristoforo Colombo: “Ho trovato moltissime isole, popolate di innumerevoli abitanti, e di tutte ho preso possesso in nome delle Vostre Maestà proclamandoLe padrone di queste terre e spiegandovi la bandiera reale, senza incontrare opposizioni. Tutte queste isole sono estremamente fertili; coperte di una lussureggiante vegetazione, con alberi di mille specie che quasi toccano il cielo. Alcuni erano in fiore, altri carichi di frutta. Gli usignoli ed altri piccoli uccelli di mille specie cantavano al mese di novembre quando io giunsi in questi paraggi. Il suolo contiene molte miniere di metallo e vi è una popolazione molto numerosa”. Così il paesaggio americano, da selvaggio che era, è diventato proprietà spagnola ed è stato trasformato in un unico latifondo pieno di piantagioni e le pareti di roccia sono state abbattute per poter trovare oro o altri metalli. (Giulia Signorelli)

2 Comments

  • Antonella scrive:

    Credo che l’analisi del frammento di Anassagora sia appropriato, perchè ne spiega letteralmente il senso. Ritengo tuttavia che il frammento stesso del filosofo non possa essere ritenuto valido, per lo meno non in tutte le epoche storiche. Credo
    infatti che esso fotografi la realtà storica di quando si pensava che l’uomo fosse più autosufficiente rispetto agli animali perhè dotato delle mani. Invero ciò che ha sempre conttraddistinto l’animale dall’uomo è il cervello, più evoluto nell’ultimo. Pertanto se ne deduce che se l’uomo ha le mani, significa che ha un cervello sufficientemente evoluto per poterle utilizzare nel modo migliore e adatto alleproprie necessità: da quelle più elementari a quelle più complesse. Del resto il cervello comanda ogni organo e parte del corpo fatta eccezione ovviamente per il cuore.

  • Paola scrive:

    Ma pur con tutta la sua intelligenza, l’uomo se al posto della mani avesse avuto le zampe, non avrebbe potuto costruire nemmeno una lancia rudimentale..

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*